VISITE GRATUITE
DI SCREENING SULLA

DERMATITE
ATOPICA

DELL’ADULTO.

 

La prevenzione non è mai troppa.
Grazie alla Campagna nazionale di screening sulla dermatite atopica puoi prenotare il tuo consulto gratuito con medici specialisti presso centri ospedalieri di eccellenza.

PRENOTA LA TUA VISITA GRATUITA DI SCREENING

Per prenotare chiama il numero 345 7686815 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 16:00.
Per informazioni scrivi una email a info@daoggisicambia.it

LA DERMATITE ATOPICA

CHE COS’È LA DERMATITE ATOPICA E QUALI SONO I SINTOMI.

La dermatite atopica, o eczema atopico, è una malattia infiammatoria cronica e non contagiosa della pelle che si contraddistingue per prurito intenso, secchezza e desquamazione cutanea.

Nella maggioranza dei casi la dermatite atopica esordisce nell’infanzia, entro i primi cinque anni di vita, ma ci sono anche casi di esordio in età adulta (circa il 30%). Nelle forme lievi tende a scomparire nell’adolescenza mentre nelle forme più severe può ripresentarsi a riprese e durare anche in età più avanzata e avere quindi un andamento recidivante.

 

DOVE SI LOCALIZZA LA DERMATITE ATOPICA. 

In base all’età del paziente la dermatite atopica si presenta con lesioni tipo chiazze o vescicole e su diverse aree del corpo come: piedi, ginocchia e gomiti nella zona delle pieghe, polsi, caviglie, collo, torace e viso, in particolare nella zona degli occhi e intorno alla bocca.

La dermatite atopica è un disturbo molto diffuso in tutto il mondo ma risulta particolarmente in crescita nei Paesi occidentali e industrializzati.

 

%

popolazione mondiale che soffre di dermatite atopica

%

popolazione adulta in Italia colpita da dermatite atopica

DERMATITE ATOPICA: CAUSE

La dermatite atopica è una malattia multifattoriale e quindi molto complessa.

La predisposizione genetica ha sicuramente un ruolo chiave: almeno il 40% dei pazienti ha casi di dermatite atopica in famiglia.

A questa si vanno ad aggiungere altri fattori ambientali che concorrono ad alterare la barriera cutanea che, abbinati ad altri fattori esterni ed ambientali, tra cui l’inquinamento e lo stress, scatenano la reazione infiammatoria.

Si caratterizza per un andamento altalenante in cui si alternano periodi di attenuazione dei sintomi ad altri di riacutizzazione.

DERMATITE ATOPICA: CONSEGUENZE
“OLTRE LA PELLE”

La dermatite atopica grave può avere un impatto pesante e significativo sulla qualità di vita di chi ne soffre: il prurito forte e incessante spesso impedisce il riposo notturno, con gravi ripercussioni sulle attività lavorative e di studio.

L’aspetto esteriore della cute desquamata, inoltre, può impedire di vivere serenamente le relazioni sociali e limitare momenti di svago e di sport.

Nei casi di dermatite atopica moderato severa, spesso la malattia non si manifesta esclusivamente sulla cute ma si può associare ad altre patologie (comorbidità) come asma, rinite, rino-congiuntivite allergica, orticaria allergica e poliposi nasale.

La diagnosi precoce è quindi fondamentale per evitare il peggioramento e gestire al meglio la malattia.

PRENOTA LA TUA VISITA GRATUITA DI SCREENING 

Per prenotare chiama il numero 345 7686815 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 16:00
Per informazioni scrivi una email a info@daoggisicambia.it

DERMATITE ATOPICA: DIAGNOSI

La diagnosi viene fatta dal medico dermatologo con visita ed esame visivo. Nei casi più importanti per avere la certezza della diagnosi vengono fatti tamponi e biopsie delle lesioni.

Nelle forme ad esordio tardivo la diagnosi è più complicata e subisce ritardi, anche perché le manifestazioni cutanee sono di aspetto e forma differente.

Inoltre per la dermatite atopica esistono numerose diagnosi differenziali, tra le quali la più frequente è la psoriasi.

TAPPE IN CALENDARIO 2024

Qui di seguito il calendario delle visite gratuite presso i centri ospedalieri che aderiscono alla Campagna nazionale di screening sulla dermatite atopica dell’adulto.

Cosa aspetti? Da oggi si cambia!

 

GORIZIA

29 GENNAIO
P.O. SAN GIOVANNI DI DIO

POSTI ESAURITI

BARI

30 GENNAIO
AOU POLICLINICO

POSTI ESAURITI

Nel 2023 le visite si sono svolte a:

  • TERNI
  • PISTICCI
  • BATTIPAGLIA
  • CATANZARO
  • SALERNO

 

  • CIRÓ MARINA
  • TERRACINA
  • BARI
  • PARMA
  • GROTTAGLIE

 

  • PRATO
  • SIENA
  • BOLOGNA
  • AVELLINO
  • PIACENZA

 

  • BARLETTA
  • ROMA
  • PAGANI
  • TRIESTE
  • NAPOLI

 

  • MILANO
  • UDINE
  • MESSINA
  • TRAPANI
  • MILANO

 

TERNI – PISTICCI – BATTIPAGLIA – CATANZARO – SALERNO – CIRÓ MARINA – TERRACINA – BARI – PARMA – GROTTAGLIE – PRATO – SIENA – BOLOGNA – AVELLINO – PIACENZA – BARLETTA – ROMA – PAGANI – TRIESTE – NAPOLI – MILANO – UDINE – MESSINA – TRAPANI – MILANO

 

DERMATITE ATOPICA:

CURA

La gestione terapeutica della dermatite atopica deve essere su misura per ogni singolo paziente e consigliata dal medico dermatologo di riferimento.

Nei casi di dermatite atopica lieve spesso è sufficiente riuscire a seguire le raccomandazioni di igiene personale ed utilizzare prodotti topici idratanti e lenitivi in modo corretto e su prescrizione del medico dermatologo.

Il trattamento è stabilito dallo specialista, tuttavia alcune buone pratiche possono alleviare i sintomi, come il prurito, e arginare il peggioramento della patologia.

Qualche curiosità in più sulla dermatite atopica

Di seguito trovi gli approfondimenti e le risposte ai principali quesiti sulla dermatite atopica dell’adulto.

Come si manifesta la dermatite atopica?

La dermatite atopica si presenta con lesioni, arrossamenti e desquamazioni in alcune zone del corpo. A seconda dell’età di chi ne soffre la cute si può presentare con vescicole o con zone particolarmente arrossate ed ispessite.
La dermatite atopica può colpire in modo lieve o in modo moderato-grave.

Quale è il sintomo principale della dermatite atopica?

Uno dei sintomi principali della dermatite atopica è il prurito intenso che può provocare disturbi del sonno e importanti episodi di grattamento, che arrivano a provocare profonde escoriazioni e ferite sulla pelle.

Cosa può scatenare la dermatite atopica?

La predisposizione genetica e un interessamento immunologico sono alla base della dermatite atopica.
Oltre a questo ci sono diversi fattori scatenanti che provocano peggioramenti e inasprimenti dei sintomi. Tra questi:

  • secchezza cutanea
  • saponi o detergenti aggressivi o inadeguati
  • indumenti di lana o irritanti
  • inquinamento elevato
  • stress
  • sudorazione
  • rapidi cambiamenti di temperatura ambientale
  • alcuni alimenti
Si può fare sport se si soffre di dermatite atopica?

Il paziente con dermatite atopica può svolgere attività fisica privilegiando gli sport all’aria aperta e indossando il più possibile indumenti in tessuti traspiranti.

Ci sono alimenti da evitare per chi soffre di dermatite atopica?

Quando si hanno periodi di prurito molto intenso sarebbe bene limitare il consumo di alcuni cibi:

  • fragole, ananas, lamponi, agrumi
  • pomodori, spinaci, melanzane, peperoni, peperoncini, patate
  • noci, nocciole, arachidi, mandorle
  • legumi come lenticchie, fagioli, fave, piselli
  • formaggi stagionati e latticini, insaccati, crostacei, frutti di mare
  • alimenti in scatola, dadi, soia
Ci sono tessuti da evitare se si soffre di dermatite atopica?

Per chi soffre di dermatite atopica sarebbero da evitare tutti i capi sintetici e la lana, che possono irritare ulteriormente la pelle pruriginosa. Bisognerebbe indossare in modo particolare il cotone certificato (non trattato con acidi) e il lino.
Nei momenti di acutizzazione bisognerebbe non indossare indumenti molto stretti. In generale è buona prassi escludere i tessuti irritanti.

Come lavare gli indumenti in caso di dermatite atopica?

La raccomandazione è di eliminare l’utilizzo di detersivi aggressivi per limitare il peggioramento dei sintomi, in particolare il prurito.

La dermatite atopica si può prevenire?

Alcuni semplici accorgimenti quotidiani possono aiutare nella gestione della malattia ed impedire il peggioramento del prurito:

  • evitare bagni e lavaggi troppo prolungati e prediligere l’acqua tiepida
  • utilizzare detergenti (bagnoschiuma, shampoo, saponi) delicati e creme idratanti-lenitive prive di profumi
  • asciugare delicatamente la pelle tamponandola e non sfregandola
  • evitare indumenti di fibra sintetica e prediligere i tessuti naturali
  • esporsi al sole in modo corretto e utilizzando adeguati filtri solari soltanto nei momenti di remissione
  • limitare il consumo di alcolici e il fumo
Come si può fare per alleviare i sintomi della dermatite atopica?

La dermatite atopica si presenta particolarmente nei soggetti con la pelle secca per cui per prima cosa sarebbe bene idratare in modo consono la pelle per rinforzare la barriera cutanea con prodotti topici specifici e consigliati dal dermatologo.

Le giornate di screening sulla dermatite atopica dell’adulto sono realizzate con il Patrocinio di ANDeA e con il contributo incondizionato di AbbVie